Attacco nucleare sulla Siria, intervista a Greg Thielmann

Giovedì 1 agosto Homs sotto attacco Nucleare tattico.

 

cruise2

Giovedì 1 agosto Homs sotto attacco Nucleare tattico.

Angelo Iervolino – 08 Agosto 2013 – Sabato 3 agosto il giornalista Jon Snow del giornale Veterans Today  intervista Greg Thielmann, esperto di armamenti ex funzionario del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America in merito all’attacco del 1 agosto 2013 ad Homs.

 

 

Ecco i passi salienti dell’intervista:

“Inutile dire che sono rimasto scioccato da ciò che mi ha detto: “La questione è che quello che stiamo vedendo in entrambi i casi è un attacco nucleare tattico, probabilmente da missili cruise lanciati da velivoli vicino ai confini della Siria o fuori la costa del Mediterraneo “.

Ma certo, Greg, questo significherebbe un olocausto nucleare? Non è così, dice. “Le Armi nucleari tattiche abbassano la soglia di utilizzo di una bomba nucleare, come la loro incarnazione moderna possono essere sintonizzati in rendimento, al fine di indirizzare i siti militari tramite Stand off armi senza escalation di distruggere le infrastrutture civili circostanti.”

Ha continuato: “Tenete a mente una bomba nucleare suona come un dispositivo grande, ma può avere un rendimento piccolo come il carico utile convenzionale equivalente portato da una formazione di cinque F-15. I Siti in Siria sono inaccessibili a causa del sostegno russo disponibile nel campo della difesa aerea. Quindi questi missili sono un’opzione per l’Occidente per attuare la sua politica “.

Il probabile aggressore in entrambi i casi è Israele afferma: “Israele è l’unica nazione che può schierare questi tipi di armi impunemente senza timore di un contrattacco. La Siria non ha mostrato alcun appetito per entrare in una lotta anche oltre il dispiegamento di tali armi “.

Tutto questo ha presentato una notevole deliziosa possibilità di rimuovere Assad, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione. “L’esercito può essere gradualmente distrutto con questo genere di armi, o distrutto tutto in una volta in un attacco nucleare devastante. Assad dovrebbe tentare di contrattaccare, le città possono essere distrutte da bombe nucleari più grandi con facilità, dal momento che gli insorti hanno fatto il lavoro di deterioramento del comando di Assad via terra “, una strategia militare ha aggiunto.

Che cosa mi dici circa la costa, gli ho chiesto? “La costa è un problema per la soppressione delle missioni di difesa aerea della NATO a causa di missili russi di stanza lì, ma mentre parlo orde di musulmani si stanno gettando sulle città costiere nella speranza di distruggere queste armi per permettere a Israele e la NATO di intervenire”.

Ciò non aveva senso per me dato che le città costiere sono tra le più favorevoli ad Assad. “Non è un problema, gli insorti sono ora armati con armi chimiche prodotte in Georgia esattamente per questo scenario. L’impulso di Assad è stato testato a Khan Assal una settimana fa, quando un intera brigata è stata distrutta con armi chimiche e non ci fu risposta. Noi non vediamo una probabile risposta a un ulteriore uso di questo strumento “.

Ho concluso con lui, che è terribilmente ironico che armi disumane, come le armi nucleari e armi chimiche potrebbero essere utilizzate per promuovere i diritti umani e la libertà nel mondo. Ma il popolo siriano, o almeno quello che resterà di loro dopo questi attacchi, meritano di godere delle stesse libertà di cui godono oggi gli iracheni.

“Non essere così sicuro”, un altro stratega non è d’accordo: “Stiamo giocando con il fuoco nucleare e l’uso di tutte le armi di distruzione di massa sicuramente può attrarre un contrattacco con una forza enorme. Ora siamo su un terreno scivoloso, non vi è alcuna cosa come un attacco nucleare limitato, la rappresaglia sarà ritardata, ma è in arrivo e Dio ci salvi quando il fuoco nucleare si diffonderà per i nostri cortili “.

Tutto quello che so è che io passerò il tempo nella mia casa estiva nel bosco per le prossime settimane.

(traduzione inglese-italiano google/Angelo Iervolino)

Note:

Il BGM-109 Tomahawk è un missile da crociera, inizialmente schierato come arma nucleare, poi, grazie alla sua precisione data dal sistema TERCOM, anche con testate convenzionali. Nel frattempo la versione terrestre, dell’US Army, venne tolta dal servizio a causa degli accordi SALT sugli euromissili. Rimase la versione navale, con testate convenzionali, ampiamente usata nella lunga serie di guerre americane degli ultimi 15 anni. Una base che doveva ospitare i lanciatori mobili dei ‘Cruise’ era quella di Comiso, famosa per le polemiche suscitate; in tale base il BGM-109 e il Pershing II sarebbero stati la risposta alla minaccia degli SS-20. Il lanciatore della versione terrestre era un camion MAN Cat I AI 8×8. Esistono quattro versioni di Tomahawk: il TASM o missile antinave; il TLAM-C, missile d’attacco terrestre con armamento convenzionale; il TLAM-N, missile d’attacco terrestre dotato di testata nucleare; e il TLAM-D, missile d’attacco terrestre armato con submunizioni.

Fonti:

http://www.veteranstoday.com/2013/08/07/nuclear-strike-on-syria/

http://www.veteranstoday.com/staff-writers/

http://en.wikipedia.org/wiki/Greg_Thielmann

About Angelo Iervolino

Imprenditore, Massaggiatore Sportivo e del Benessere, Blogger, Reporter, Fotografo, Scrittore, Telescriventista, Operatore Radio (Radiotelegrafista).