I Templari, custodi dei segreti di Chiesa e Massoneria parte I

I segreti dei Templari, i Cavalieri di Dio.

 

Templari

I segreti dei Templari, i Cavalieri di Dio.

Angelo Iervolino – 02 febbraio 2014 – Tutto ha inizio nel 1096 con la prima crociata. Nel 1099 i crociati presero Gerusalemme. Nel 1118-1119 fu creato l’ordine dei Cavalieri Templari da Hugues de Payns, un nobile cavaliere originario della regione francese della champagne e veterano della prima crociata.

 

(Lo storico Mario Moiraghi sostiene invece che i Templari furono fondati nel 1100 da Hugo de Paganis, un Cavaliere Salernitano).

La missione dei 9 templari era di proteggere i pellegrini diretti in terra santa. Vivevano come Monaci, ma erano anche abili soldati. I Templari arrivati a Gerusalemme intorno al 1118-1119 si presentarono a Baldovino II sovrano di Gerusalemme, e si offrirono di proteggere i pellegrini che visitavano la città.

Re Baldovino II di Gerusalemme lasciò ai Templari il luogo che fino ad allora era stato adibito a sua reggia, la moschea di Al-Aqsa nel lato meridionale dell’antico Tempio di Salomone (conosciuto come il “nobile recinto” o “Haram esh-Sharif“), dove si stabilirono per 75 anni.

La regia di Baldovino sorgeva sulle rovine dell’antico Tempio di Salomone. La sua costruzione risaliva al primo millennio avanti cristo, secondo il racconto biblico venne eretto per ospitare l’Arca dell’Alleanza, dove erano custodite le Tavole della Legge.

Il tempio venne distrutto dai babilonesi nel 1586 avanti cristo, nello stesso luogo furono eletti nel corso dei secoli altri edifici, come la chiesa del santo sepolcro, e la cupola della roccia. I Templari scavarono attraverso la dura roccia per oltre 90 metri. Sapevano esattamente dove cercare. Quello che fecero nei successivi 8 9 anni è sconosciuto.

In una lettera scritta da un crociato nel 1187 si afferma che i templari custodivano un frammento della croce di cristo. I primi capi massoni nel 1800 scrissero di documenti segreti che dovrebbero collegare i Templari all’Arca dell’Alleanza o a un tesoro seppellito nel tempio di Salomone. Altri affermano che i templari fossero alla ricerca di reliquie che la chiesa cattolica desiderava a tutti i costi possedere o distruggere.

Nel XII XIII secolo si era diffusa la voce che i Templari avessero trovato l’Arca dell’Alleanza. In un opera di un poeta tedesco del tredicesimo secolo Wolfram von Eschenbach si parla dei Templaise, guerrieri invincibili custodi del Santo Graal il calice utilizzato da Gesù durante l’ultima cena (o una ampolla col sangue di cristo o il vangelo di Giovanni). I Templari una forza militare e al tempo stesso un ordine religioso.

I Templari pronunciavano i voti di povertà, castità e obbedienza come i monaci tradizionali. L’Ordine dei Templari venne ufficializzato nel 1129, assumendo una regola monastica, con l’appoggio di Bernardo di Chiaravalle nipote di uno dei 9 fondatori. I primi cavalieri erano uniti da vincoli familiari, erano consanguinei o comunque imparentati. Il loro nome completo era: “Ordine dei poveri Cavalieri di Cristo del Tempio di Salomone“. I simboli dei Templari rappresentano le umili origini di cavalieri del tempio, il famoso sigillo dei templari mostra due cavalieri su un unico cavallo.

sigillo-templare

Nel 1129 i templari iniziarono una massiccia campagna di reclutamento e di raccolta fondi, si rivolsero alle famiglie nobili di tutta europa.

Il Re di Aragona alla sua morte intorno al 1130 decise di lasciare all’ordine grandi possedimenti nell’attuale Spagna.

All’improvviso i Templari si ritrovarono padroni di immensi territori. L’ordine vantava tra le sue fila i migliori soldati i più preparati. Per diventare un Templare era necessario avere un titolo ossia essere nobile di nascita, inoltre era d’obbligo essere già un cavaliere, una volta pronunciati i voti, si dovevano lasciare tutti i propri averi all’ordine.

Nel 1177 i templari dimostrarono il loro valore nella battaglia di Montgisard contro Saladino il famoso condottiero musulmano. Per farne parte bisognava essere militari esperti addestrati sin dall’età di 7 8 anni ai combattimenti a cavallo con armature pesanti.

I templari divennero di fatto il primo esercito permanente dopo la caduta dell’impero romano. Erano armati di una lunga spada a doppio taglio in grado di tagliare in due una persona con un solo colpo. Avevano una regola fondamentale fino a che non veniva abbassata la bandiera Templare non potevano lasciare il campo di battaglia, quindi combattevano fino alla morte.

Nel 1300 erano diventati decine di migliaia, le loro comunità chiamate Commende si diffusero in tutta europa e divennero banchieri di alto livello, in pratica i fondatori del primo sistema bancario globalizzato della storia, esenti dalle tasse, rispondevano solo all’autorità del Papa. Infatti l’ordine fu ufficializzato il 29 marzo 1139 con la bolla pontificia ‘Omne datum optimum’ nella quale Papa Innocenzo II garantiva ai cavalieri dell’ordine una serie di privilegi senza precedenti.

Cosa spinse la chiesa a concedere tanti privilegi? Alcuni sospettano che l’autonomia concessa ai Templari non fosse un premio, ma il prezzo per il loro silenzio. C’è chi pensa che la chiesa volesse tenere nascoste delle informazioni trovate dai Templari sotto il Tempio di Salomone, delle reliquie e delle pergamene di straordinaria importanza documenti che non erano in linea con l’ortodossia cattolica, avrebbero contenuto infatti testimonianze di una relazione più stretta tra Gesù e Maria Maddalena e un diverso resoconto della storia di Gesù, un testo che presentava discordanze con i vangeli canonici.

Privacy Policy

About Angelo Iervolino

Imprenditore, Massaggiatore Sportivo e del Benessere, Blogger, Reporter, Fotografo, Scrittore, Telescriventista, Operatore Radio (Radiotelegrafista).